SOSPESA LA PESCA DELLA CERNIA NELL'AMP

L'AMP “Capo Rizzuto” rende noto che, a seguito incontro tenutosi con i rappresentanti delle principali Associazioni di pesca sportiva (FIPSAS, Lega Navale Italiana, Yachting Kroton Club) aderenti alla Consulta AMP, si è condiviso la necessità di procedere alla sospensione della pesca sportiva con riferimento alla specie Cernia di fondale (Epinephelus guaza e Polyprion americanus) che, pertanto, è sospesa per il periodo dal  01 agosto al 15 settembre.

La  sospensione si rende necessaria per garantire una maggiore tutela della specie, in particolare durante il periodo estivo di riproduzione quando gli individui maturi sessualmente si riuniscono a profondità di 15-30 metri per emettere i gameti (uova e spermatozoi).

La Cernia, infatti, è una specie ermafrodita proteroginia, cioè in ciascuna Cernia negli organi sessuali interni (gonadi) coesistono gameti sia maschili che femminili. Questi ultimi maturano prima: ogni Cernia infatti per i primi 10-12 anni, assume funzioni sessuali femminili, dopo i 12 anni di età assume funzioni sessuali maschili. La maturità sessuale è raggiunta ad lunghezza di circa 40 cm (femmine) e di circa 80 cm (maschi).

Gli esemplari di grandi dimensioni sono, dunque, esclusivamente maschi che si stabiliscono spesso a profondità maggiori, a rischio di cattura sono esposte prevalentemente le femmine.

Questo crea un pericoloso squilibrio tra sessi che mette a repentaglio la sopravvivenza della specie considerata a rischio estinzione e che, pertanto, è stata inserita nella Lista Rossa della IUCN (Union for Conservation of Nature),che rappresenta il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali, secondo cui oltre 40 specie marine risultano a rischio.